venerdì 19 aprile 2013

REVIEW: HYBRID. QUEL CHE RESTA DI ME di Kat Zhang

In un futuro distopico, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l'anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell'infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un'aberrazione da correggere. Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima ancora attiva. È proprio Eva la voce narrante che ci fa vivere le emozioni dal suo punto di vista. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l'altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l'una dell'altra. Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l'esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto e le due vengono rinchiuse in un agghiacciante centro per ibridi non resettati. L'unico modo per sopravvivere entrambe è una fuga impossibile.

Mi piace pensare che il piacerti di una persona sia determinato dal suo carattere e modo di porsi (o linguaggio del corpo) e solo in minima parte dall'aspetto fisico, anche se all'inizio è si determinante per l'avvicinamento. Questo libro, Hybrid, mi è piaciuto soprattutto perché esprime, indirettamente, tutto questo. La bellezza nasce da dentro. Viene dalla nostra anima, i nostri modi di fare, il nostro linguaggio personalissimo. Altrimenti come spiegare l'attrazione che Ryan prova per Eva? 

Quel che resta di me di Kat Zhang è il primo capitolo di una trilogia distopica per giovani adulti, che si intitola The Hybrid Chronicles. Punto a favore della Giunti è che abbia conservato,anche se come sottotitolo, la traduzione del titolo originale della storia. Fondamentale per la comprensione delle vicende. Inizia a raccontare la storia di Addie e Eva , due sorelle nate con le dita delle loro anime intrecciate. Due anime. Un solo corpo. Una delle due è destinata a scomparire. E' questo quello che il mondo all'interno del quale vivono insegna loro. I tg sono pieni zeppi di immagini che mostrano quanto siano malvagi gli ibridi. Due personalità che lottano per ottenere il dominio su un unico corpo. E' per questo che le americhe hanno creato centri di cura appositi, dove vengono inviati i ragazzini e le ragazzine che non riescono a stabilirsi autonomamente. In questi  edifici freddi e claustrofobici lavorano giorno e notte, 24 ore su 24, dottori dai camici bianchi. Lavorano per sopprimere l'anomalia. Qui vengono portare A. ed E., strappate di sera alla quiete della propria casa, dai genitori e dal fratellino Lyle. Insieme a Ryan e Devon e a Hally e Lissa. I tre ragazzi (o sei) si incontrano a scuola. R/D e H/L sanno di avere qualcosa in comune con A/D, tutti e tre non si sono stabilizzati. Quello che non sanno è che proprio loro tre scopriranno quello che il governo tiene nascosto a tutta la popolazione ....

Non mi sono voluta dilungare troppo sulla descrizione della storia perché ,sinceramente, ho paura di svelarvi troppo. Meglio mantenere la suspanse. Kat Zhang è un'autrice americana giovanissima. Lo si nota anche nel modo che ha di scrivere. Fresco, leggero e scorrevole. Nonostante questo la storia all'inizio proprio non decolla, non riesce a prendere il volo. Giunta a circa 150 pagine dalla fine della storia le due protagoniste principali iniziano a tirare fuori la loro tenacia, non si faranno schiacciare dal sistema. Inizia l'avventura, la tensione narrativa e un accenno di love story. La lettura da questo punto in poi vola tanto è coinvolgente. Lo si potrebbe definire un libro spaccato a metà. E' grazie a questa parte che ho votato questo libro tre stelline perché è si una bella e simpatica lettura. 

Stelline: @@@

3 commenti:

  1. Di questo libro ne ho sentito parlare parecchio, chissà forse prima o poi lo leggerò!!!
    comunque c'è un premio per te sul mio blog =)

    RispondiElimina
  2. Ciaooo :D anche io come te ho un blog dedicato alla lettura ed ho scelto il tuo per la premiazione Liebster award! COMPLIMENTI ;)
    http://i-m-a-book-girl.blogspot.it/2013/04/i-premi-del-blog-d.html

    RispondiElimina
  3. Ciao,da noi c'è un premio per te!:)
    Bacii!:*

    RispondiElimina

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)