sabato 10 agosto 2013

LIBROCOMMENTO # 4: DOPO LA PIOGGIA (Thunder and Rain) di Charles Martin-ed. Corbaccio

Tyler Steele, Texas ranger di terza generazione, è uno degli ultimi esemplari di una razza in via di estinzione, un cowboy moderno che vive in un mondo alieno dal suo senso della giustizia e dal suo istinto a proteggere a ogni costo gli indifesi. Un uomo tutto d'un pezzo, completamente assorbito dal suo lavoro, al punto da non aver capito quanto la moglie Andie avesse bisogno di lui, non solo del suo amore, ma anche della sua presenza. E adesso che lei se n'è andata, forse perduta per sempre, tocca a lui crescere il figlio Brodie, consolarlo per l'assenza della madre, cercare di mandare avanti il ranch per il quale si è indebitato e rimettere insieme i cocci della sua vita. L'incontro con Samantha e la piccola Hope, una madre e una figlia in fuga da una situazione che sembra senza vie d'uscita, cambia ancora una volta le carte in tavola. Sono in pericolo, disperate, sole, sono due sconosciute, ma hanno bisogno di aiuto e Ty le proteggerà: è la cosa che sa fare meglio. E a mano a mano che si conoscono, Tyler capisce che per diventare l'uomo di cui Samantha e Hope hanno bisogno deve imparare a riconoscere e a confrontarsi con le proprie debolezze...

Pagine: 412
Prezzo: 17,60

Commento:

Ho da poco finito di leggere un libro "magico". Data la mia ritrosia verso storie del cuore scritte da autori uomini mi sorprende come, ogni volta che prendo in mano un libro di Charles Martin, rimanga così incantata.  La storia raccontata è straordinariamente e terribilmente ordinaria. Così particolareggiata da sembrare reale. Come ogni sua storia, anche questa, ci appare come un piccolo universo. Un'altra qualità di questo autore è la sua misteriosità nel raccontare le sue storie. Immancabili sono i colpi di scena. Non ti rende mai le cose facili. Il mistero si infittisce e cresce, i pezzettini del puzzle vanno piano piano ciascuno al proprio posto. Tutti i personaggi nel romanzo sanno. Il lettore non sa niente fino al punto di svolta o addirittura fino alla fine del romanzo. 

Tyler Steele, Texas Renger dal cuore dolce e ormai spezzato, è proprio l'uomo, forte e protettivo, del quale Sam e Hope hanno tanto bisogno. Quello che nessuno di loro ancora sa, e tanto meno il diretto interessato, è che è lui, il nostro cowboy moderno, ad aver più bisogno di loro. Così quando le trova alle porte di un autogrill, la macchina in panne, Ty sceglierà di proteggerle dalla situazione terribile dalla quale stanno scappando. E lo fa con una generosità ed un cuore enormi.  Ciò che nessuno dei due ancora sa è che entrambi hanno un desiderio in comune. Camminare accanto ad un'altra persona e non più soli. 

Leggetelo e non ve ne pentirete. E' un libro che parla al cuore.

Riesco quasi a vedervi, mentre state leggendo questo post. Scrivi così poco per un libro che ti è piaciuto tanto? Ogni volta che scrivo un commento su un libro che mi ha catturata ho quasi paura a battere i tasti del pc. Timorosa di rivelarvi troppo sulla trama. Di intaccare la magia della sua lettura spoilerando troppo. Come descriverlo con una parola? Affascinante e misterioso. E' quel mistero che cattura. 

Stelline: @@@@@ 

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)