martedì 8 luglio 2014

RECENSIONE: UN NUOVO INIZIO di MARIA SVEVA MORELLI

Pagine: 70
Prezzo: 2,99
Dopo una settimana di pausa, ecco finalmente la recensione del racconto romance di Maria Sveva Morelli, Un nuovo inizio, edito dalla Triskell Edizioni.

Emma ha appena finito gli esami e sarebbe ben felice di partire per la romantica vacanza che ha programmato con Marco, peccato che il suo fidanzato l’abbia lasciata proprio alla vigilia del viaggio. Si ritroverà a vagare da sola nei pittoreschi vicoli otrantini, cercando di sanare il suo cuore spezzato. Adrian è un quarantenne britannico che, durante una vacanza in Italia, cerca di recuperare il rapporto con i figli adolescenti e dare una seconda possibilità a se stesso. Tra l’inglese e la studentessa italiana scatterà una passione tenera e irresistibile. Potrà una storia d’amore estiva appianare le tante differenze tra gli innamorati e superare i lunghi inverni che li aspettano?

RECENSIONE:

I protagonisti di questa storia sono Adrian ed Emma, entrambi condividono un intenso desiderio di un nuovo inizio. Emma, studentessa romana, è appena stata lasciata dal suo ragazzo, piantata in asso proprio poco prima di partire per una vacanza in  Otranto, nel Salento (località che dopo aver letto il libro mi piacerebbe tanto poter visitare!), organizzata per due. Deposti i libri, Emma decide di partire lo stesso. Una vacanza non può che farle bene! Arrivata nella bellissima località salentina, in spiaggia, scopre di essere vicina di ombrellone di un affascinante inglese, con figli a carico, George e Sophy. Dal canto suo Adrian, ripone, in quella magica vacanza in Italia con i suoi figli ,molte speranze: 
 (...) forse quella vacanza gli sarebbe servita per distrarsi, vedere posti nuovi e magari dimostrare a se stesso di non essere ormai troppo vecchio per trovare un nuovo amore. Cit. Un nuovo inizio di M.S.Morelli
 Dimostrerà ai suoi figli di non essere un dinosauro inglese di mezza età! Oltre a sistemare il rapporto con i due figli, che dopo il divorzio con l'ex-moglie si è un po' indebolito e raffreddato, Adrian dovrà fare i conti con la cattiveria di Corinne, la donna con il quale credeva di aver coronato il suo sogno d'amore, impegnandosi per riafferrare le redini della propria vita saldamente. E ci riuscirà, grazie agli occhioni marroni di una studentessa trentenne, dimostrando che l'amore non ha età e che si può sempre decidere di imbarcarsi in un nuovo inizio. Insomma, non si è mai troppo vecchi per ricominciare.

Il difetto che trovo in tutti i racconti che leggo (o quasi) è la loro brevità. Il fatto che spesso, proprio per questa caratteristica, non riescono a sviluppare tutti i fili della trama completamente, perdendo qualcosa lungo il cammino.  E' per questo che ho adorato la prima parte del racconto, quella in cui l'autrice ci racconta e descrive i due personaggi, le loro vite e tribolazioni, ma anche i primi sguardi che si lanciano, le loro prime uscite romantiche. Devo dire che, grazie a questa parte, mi sono affezionata molto a Adrian e Emma, tifando spudoratamente per la loro felicità! Il loro è un amore da colpo di fulmine. Improvviso e intenso. Mi sarebbe piaciuto che Maria Sveva Morelli avesse dedicato un po' più di parole (pagine) alla loro conoscenza reciproca. Però capisco anche che i limiti imposti dal racconto siano un po' anche questi. Un nuovo inizio è una dolce storia d'amore che si legge in poche ore, piacevole e fresca. E, si, leggendola ho anche un po' sognato ad occhi aperti!

Valutazione: 

6 commenti:

  1. Sembra un racconto proprio carino ^w^
    Mah, a me la ragazza sulla cover ricorda tantissimo Keira Knightley 0-o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che me lo fai notare, è vero! Ha la sua mandibola "spigolata" :D

      Elimina
    2. Non ci avevo mai pensato nemmeno io! Ora chiedo alle editrici, che hanno scelto la cover, se ci abbiano mai fatto caso!

      Rosa C. se decidessi di leggere il racconto spero ti piaccia :) se vuoi saperne di più ci sono le info sulla mia pagina facebook e Twitter!

      Elimina
  2. Ciao, sono l'autrice (quanto è strano dirlo!).
    Ti ringrazio per la recensione, è la prima ad essere arrivata. Sono felice che il racconto ti sia piaciuto e mi spiace che tu non abbia trovato "tutti i fili". Il bando del concorso richiedeva un racconto, e il mio era ai massimi per l'accettazione, in effetti anche io mi sono affezionata ai protagonisti e gli avrei dedicato più spazio.
    Grazie per aver lasciato la recensione su amazon, l'ho già condivisa sul mio profilo pubblico, senza nemmeno sapere che fosse tua. Adesso condivido anche il link al blog.
    Se sei curiosa di vedere i luoghi in cui è ambientato il racconto, in questi giorni caricherò delle foto dei posti ai quali mi sono ispirata scrivendo, se vuoi passa a dare un' occhiata :)
    Maria Sveva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passerò con piacere a dare un'occhiata ai posti meravigliosi (almeno così ho dedotto dalle tue descrizioni) di cui hai scritto nel racconto :) Lo so, la brevità è uno dei limiti imposti dal racconto al quale non riesco mai ad abituarmi quando ne leggo uno!

      Elimina
    2. *Più che ad abituarmi, a rassegnarmi :)

      Elimina

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)