mercoledì 3 luglio 2013

LIBROCOMMENTO #1: OBSIDIAN di Jennifer L. Armentrout

Katy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell'incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un'inspiegabile aggressione, Daemon difende Katy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Katy, senza volerlo, c'è dentro fino al collo. Salvandola, l'ha marchiata con un'aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon. L'unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Katy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima...

Vi dico solo una parola. Roswell. Vi ricordate il telefilm della fine degli anni '90 inizio 2000? Bene, questa storia ha risvegliato le emozioni sopite che questa serie tv aveva scatenato nel mio cuore. Adoro Roswell, in modo particolare la prima stagione (forever in my heart). Ho pianto quando ho saputo che la terza stagione sarebbe stata l'ultima, mi sono innamorata del ragazzaccio-alieno Michael. Leggevo Obsidian e pensavo...alieni, Roswell, alieni, Roswell. Inutile dire che  il romanzo mi è piaciuto molto. Lo avrete certamente capito da ciò che ho appena scritto e da alcuni stati su Facebook nei quali vi dicevo che per la prima volta dopo molto tempo, finalmente, un libro mi aveva tenuta sveglia fino alle una e mezzo di notte. Questa è una dolce veglia per me. Certe volte ci sono dei libri che ti rapiscono. In questo caso la parola "rapire" casca a fagiolo. Si parla di alieni!  

Dalla Florida, Katy si è da poco trasferita in un piccolo paesino del West Virginia, Ketterman (Petersburg), insieme alla madre. Da quando suo padre è morto, tre anni prima, la mamma che si accoccolava accanto a lei sul divano con un bel romanzo rosa fra le mani, si è trasformata in una mamma-tutto-lavoro. Fino a quando un giorno non decide di andare incontro a un nuovo inizio. Trasferimento! Adesso Katy vive in una casa immersa nel niente e con una torretta! Fortuna che a tenerle compagnia c'è il suo amato blog "Katie e i suoi libri", che gestisce con tanta passione e cura. Da quando ci eravamo trasferite, non ero più riuscita a scrivere niente sul mio blog e mi sentivo come se mi avessero tagliato via un braccio o una gamba. Un bel giorno, tuttavia, decide di esplorare il vicinato e...sorpresa delle sorprese, i suoi vicini sono due ragazzi della sua età, gemelli, Daemon e Dee.
Daemon è tanto bello quando str***o. Il loro incontro è veramente scoppiettante. Dee, invece, è l'opposto del fratello, dolce e carina, e diventa subito la prima amica di Katy a Ketterman. Katy nota subito che nel loro comportamento c'è qualcosa che non quadra. Molte sono le stranezze che li avvolgono. Istinto infallibile di blogger. Infatti, Daemon e Dee non sono umani. Appartengono alla razza dei Luxen, alieni giunti sulla terra insieme ad una pioggia di meteoriti per sfuggire agli Arum, alieni malvagi e distruttori, che però li hanno seguiti. "Noi veniamo da un pianeta oltre Abell.""Abell?" "La galassia più distante dalla vostra, circa tredici miliardi di anni luce da qui" Daemon rivela a Katy che a loro non è necessario respirare e che molti altri insieme a lui e a sua sorella hanno scelto, per necessità, di stabilirsi sulla terra. Non utilizzano navicelle spaziali, viaggiano con la pura forza e velocità della luce (d'altronde sono creature fatte di luce) e riescono a curvare il tempo, oltre a una serie di abilità che ciascun luxen sviluppa individualmente. 

Obsidian presenta una struttura di base semplice (una lei un po' cicciottella ,timida ma dalla lingua affilata, un lui da mozzare il fiato e indisponente, lei umana, lui non proprio terrestre, un conflitto, amore) e già sentita in molte declinazioni. Tuttavia ,me ne sono innamorata. Sarà perché mi ha riportato con la mente ai tempi di Roswell, sarà che per me leggere è sempre una favola, però era da molto che un libro non mi coinvolgeva così tanto. Alla fine sono giunta alla conclusione che ... la scrittrice ha quella scintilla, "la scintilla", che riesce a trasmettere su carta. Che rende una lettura magica e che ti fa desiderare che la casa editrice pubblichi al più presto anche i restanti volumi, in questo caso della Lux Series. E poi sono molto curiosa di sapere cosa accadrà tra D. e K. , i quali iniziano a provare una forte e irresistibile attrazione reciproca che in una scena in particolare, la mia preferita di tutto il romanzo, si risolve in un computer fulminato! Non siete curiosi di sapere il perché? 

Stelline: @@@@

In arrivo il mio commento YT su Obsidian. Stay Tuned!

 

2 commenti:

  1. Proprio oggi parlando del libro sul mio blog scrivevo che essendo una nostalgica fun di Roswell speravo di ritrovare in Obsidian le stesse atmosfere... ora che tu me lo confermi, sono curiosissima!!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre lo leggevo la parola Roswell mi lampeggiava nella testa :)

      Elimina

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)