mercoledì 3 agosto 2011

Recensione: L'ESTATE DEI FANTASMI di Saundra Mitchell

Benvenuti a Ondine, soporifero paesino della Louisiana in cui non succede mai niente. L’unico fatto degno di cronaca risale a molti anni fa, quando un ragazzo scomparve misteriosamente. C’è chi dice che sia affogato nel lago, chi sostiene che sia scappato lontano. Questo posto dimenticato, popolato da ragazzini indolenti, vecchi benpensanti e manovali, non offre molti diversivi per Iris e Collette. Le due amiche inseparabili, si preparano a passare l’afosa estate dei loro quattordici anni fra noia e sogni di fuga dalla monotonia. Ma quella caldissima estate, inaspettatamente, si rivela per loro piena di segreti, misteri e scoperte, tra l'emozione di esperienze normali, come il primo amore, e paranormali, poiché a Ondine il posto più vivo sembra essere il cimitero.

L'AUTRICE: Saundra Mitchell. Nata nel 1973. Vive ad Indianapolis con il marito e due figli. Nel tempo libero studia storia. E’ una sceneggiatrice ed anche scrittrice di successo. Il suo debutto letterario è avvenuto con Shadowed summer, romanzo che la Giunti ha pubblicato con il titolo de L’estate dei fantasmi, e che ha vinto il Society of Midland Authors Book Award for Children’s fiction. Di recente è uscito per la Houghton Mifflin Harcourt Children The Vespertine, primo libro di una serie il cui secondo volume, The Springsweet, è previsto per il 2012.

PARERE PERSONALE:

Iris vive a Ondine , piccolo paesino soporifero della Louisiana nel quale non accade mai niente di insolito. Almeno fino a quando un ragazzo scompare nel nulla lasciando sua madre armata di caramelle da donare ai bambini fuori della Chiesa in modo che possano pregare per l'anima di suo figlio e per la sua salvezza. Iris, come molte altre ragazze della sua età, ha un'amica del cuore, Colette, con la quale si inventa de più disparate situazioni fingendosi addirittura sensitive. Ed è proprio durante una delle loro gite al cimitero che avverte una presenza che le tocca la spalla e le dice "Cosa fai Iris?". Ecco come per magia che l'espressione attenta a quello che desideri perchè potresti ottenerlo acquista per le giovani protagoniste un significato tutto nuovo. Al simpatico duetto si aggiunge anche Ben, dolce e simpatico ragazzino che farà battere il cuore alle nostre eroine grazie alla sua simpatia e soprattutto grazie alla sua tavola Ouija che permetterà a loro di comunicare con l'illusorio mondo degli spiriti e di risolvere il mistero che tanti anni indietro aveva offuscato la tranquilla esistenza degli abitanti di Ondine...

Saundra Mitchell , con la sua scrittura fluida e giovanile, è riuscita a creare un buon Young Adult dal sapore dolce che aggiunge ai temi dello stesso anche qualcosa di spettrale , grazie alla presenza dei mitici fantasmi. Insomma è una vera Ghost Story capace , a mio parere, di trasmettere al lettore a cui è indirizzata anche qualche brivido di inquietudine e avventura.

Consigliato? A tutti i lettori ai quali piacciono gli Young Adult toccati dal mistero e dai fantasmi...

Stelline: @@@@

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)