lunedì 31 marzo 2014

A caccia di anteprime (Le novità del mese in libreria) # 1

Nel post che precedentemente avevo dedicato alla segnalazione delle uscite di marzo vi avevo lanciato un appello che solo uno di voi ha accolto (buona media, no?). Emy, gentilissima mi ha inviato un'email con un po' di idee per il "nome" o logo da dedicare a questa rubrica (si, chiamiamola rubrica) che posterò mensilmente spezzettandola in vari post. Ho accolto con immenso piacere la sua email e ho deciso di unire due dei suoi suggerimenti. Questa sigla è il risultato di questo mix:


MARZO

Dopo le presentazioni eccovi un libro la cui trama mi ha molto colpita. Il fiume del non ritorno di Bree Ridgway, edito da Sonzogno. Una trama che mi ha subito affascinata perché, leggendola, mi ha subito ricordato molto il telefilm Sleepy Hollow. Viaggi nel tempo, risvegli nel futuro per mano di una Gilda e misteriose missioni da compiere. Come vedere le analogie sono molte. Dritto nella mia wishlist! L'unica pecca, il prezzo decisamente alto. (pagine: 495, prezzo: 19,00 €) Il giovane duca inglese Nick Falcott, un attimo prima di essere ucciso in battaglia durante le guerre napoleoniche, perde conoscenza e... si risveglia in un letto di ospedale della Londra di oggi. A spiegazione dello straordinario accadimento, gli viene rivelato che è stato preso sotto l'ala protettiva della Gilda, misteriosa organizzazione che ha il potere di andare e venire attraverso i secoli. Inizia così per lui una nuova vita, in cui può disporre di tutto quanto desideri: denaro, gloria, successo con le donne. In cambio, alcune regole da rispettare: segretezza assoluta e divieto di tornare all'epoca da dove è venuto. Eppure, nei momenti di malinconia, il suo cuore non può dimenticare gli occhi bruni della bella Julia, rimasta all'inizio dell'Ottocento. Il destino, però, riserva a Lord Falcott un'altra sorpresa. La Gilda è pronta a concedergli il raro e dubbio privilegio di risalire a ritroso il fiume del tempo, fino agli anni della sua presunta morte, per realizzare una delicata missione: trovare un misterioso talismano prima che cada in mani nemiche e il corso del mondo venga sconvolto. Perché la chiave per viaggiare nel tempo esiste. Possederla significa controllare il passato, e quindi anche il futuro.

Questo mese è uscito anche il secondo capitolo della serie Striges , Striges. La voce dell'ombra di Barbara Baraldi. La protagonista di questa serie è Zoe, che nel primo volume scopre di essere una strega e che gli Inquisitori esistono ancora. Quest'ultima scoperta la fa a caro prezzo. Sebastian, il ragazzo che le piace, fa parte di questa categoria ed è proprio lui a doverle dare la caccia. O almeno questo è quello che ho letto dal web, dal momento che non ho letto il primo capitolo della serie della Baraldi, edita dalla Mondadori. (pagine: 489, prezzo: 17,00 €) Zoe sognava di ribellarsi al suo destino di strega e inseguire la libertà insieme a Sebastian, l'Inquisitore di cui è innamorata, il suo carnefice. Ma la moto su cui stanno fuggendo finisce fuori strada, e Zoe si risveglia dopo un lungo coma in un luogo ignoto. Non ricorda nulla dell'incidente, né dove si trovi Sebastian. Solo un nome mai pronunciato dalle sue labbra ricorre nei deliri della febbre: Adam. Chi è lo sconosciuto emerso dall'inconscio di Zoe? E chi sono le creature che popolano i corridoi del Santuario, l'istituto in cui le streghe della Sorellanza l'hanno accolta affinché compia il suo apprendistato? Semidei, vampiri, fate, mutaforma e ogni creatura perseguitata trovano asilo tra le mura dell'Accademia. Ma Zoe non avrà pace finché non realizzerà il solo incantesimo che le stia a cuore: ricostruire il proprio passato e ritrovare il suo grande, impossibile amore.

Signore e signori il libro che sta facendo piangere tutti gli amanti della trilogia di Divergent di Veronica Roth (un giorno scoprirò anche io il perché ^^). Allegiant, il titolo conclusivo della trilogia,edito dalla DeAgostini. Presto mi tufferò nella lettura di Divergent anche perché si avvicina la data d'uscita del film omonimo. (pagine: 538, prezzo: 14,90 ) La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il "sistema per fazioni" era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l'opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l'amore e il sacrificio.
Noi due oltre le nuvole di Massimo Cacciapuoti, edito da Garzanti, è un romanzo basato su una storia vera che trova il suo fulcro nell'amore. Non nascondo che la trama mi interessa moltissimo e che lo inserirò nella mia wish list. Se siete interessati/e potete leggere le prime pagine del romanzo sul sito di Ragazza Moderna (ovviamente vi lascio il link). (pagine: 143, prezzo: 14,90 )  Il mare è un'immensa distesa azzurra. È estate. La stagione della leggerezza, delle risate, del cuore che batte più forte. Ma non è mai stato così per Nica. Lei è una ragazza speciale. Ha quindici anni e i suoi unici amici sono i numeri, la sua passione è la matematica. Una passione che la spaventa, che la allontana dagli altri ragazzi della sua età. Ragazzi come Sandro che amano divertirsi, fare gruppo, vivere le emozioni fino in fondo. Eppure anche lui porta un peso troppo grande per i suoi sedici anni. Una malattia lo costringe a stare in disparte. In un meraviglioso villaggio del Salento si incontrano: due anime diverse, ma fragili. E niente è come prima. Nica e Sandro giorno dopo giorno vivono l'estate più indimenticabile e inaspettata della loro vita. Insieme superano ogni limite, insicurezza, paura. Nonostante faccia male. Nonostante guardare dentro di sé apra ferite mai ricucite. Nica scopre di non essere diversa dalle altre ragazze e Sandro ritrova il gusto della speranza. Sotto un cielo che è come una distesa di stelle, un bacio ha il sapore della felicità. Dall'alto di una scogliera, con il rumore delle onde che si infrangono sulla roccia, sono pronti a urlare promesse di eternità, di cambiamento, di coraggio. Ma il tempo passa inesorabilmente ed è ora di tornare alle loro città, Milano e Napoli. Ad attenderli è il mondo di tutti giorni. Quel mondo incerto che incute timore. Ed è proprio lì che i due ragazzi devono trovare la forza di non tradire il loro sogno.


Altro libro che minaccia la mia promessa di ridurre al minimo le spese libresche fino alla metà di maggio. Afterlife di Stephanie Hudson, primo volume della serie omonima è l'esordio italiano di quest'autrice britannica, emerso grazie al self-publishing. Edito dalla DeAgostini.In parte, ciò che mi ha attratta di questa serie è stato il fatto che l'autrice è riuscita a scrivere una serie intera, nonostante la sua dislessia e ottenendo buone valutazioni in proposito. Questo titolo va dritto dritto nella mia lista wl con priorità. Anzi, non escludo che possa fare uno strappo alla regola. (pagine: 608, prezzo: 14,90 ) Keira si trasferisce negli USA per iniziare una nuova vita dopo l'incidente che le ha cambiato l'esistenza. A Evergreen Falls inizia a lavorare in un locale, l'Afterlife, gestito da una ricchissima famiglia, i Draven, che si fanno vedere in città solo qualche settimana all'anno. La sera del loro arrivo, Keira scopre che l'uomo che da qualche tempo "incontra" nei suoi sogni è Dominic Draven: il ragazzo è tanto scostante nella realtà quanto premuroso nei suoi sogni. Da quel momento, Keira viene risucchiata in un mondo di cui non immaginava l'esistenza, fatto di demoni e angeli, ma che la attrae come un'ossessione, e più il sentimento che la lega a Dominic cresce, più sarà difficile per lei decidere se fidarsi e rimanere o scappare dalla follia che la consuma.

"Un racconto di coraggio, eroismo e amore fuori dagli schemi" è tutto ciò che mi è bastato leggere per citarvi quest'uscita oggi. La sognatrice errante. La stagione della falce di Samanthna Shannon, edito da Salani. Un romanzo che unisce distopia e paranormale, primo volume della serie omonima e esordio dell'autrice. Interessante. Inserito nella mia wl. (pagine: 519, prezzo: 16,80 ) Londra, 2059. Paige Mahoney, diciannove anni, è una sognatrice errante, una chiaroveggente e, nel suo mondo, Scion, commette tradimento semplicemente respirando. È per questo che lavora in segreto in una piccola cosca criminale alle dipendenze di un uomo di nome Jaxon Hall. Il suo compito: monitorare l'attività eterica della sua sezione per controllare gli altri veggenti. Ma in un giorno di pioggia la sua vita cambia per sempre. In seguito a un'improvvisa ispezione su un treno, Paige scopre di avere dei poteri molto superiori a quelli di una comune veggente. Aggredita, drogata e rapita, viene trasportata nella perduta Oxford, una città tenuta segreta per duecento anni, controllata dalla potente e spietata razza dei Refaim. Paige viene assegnata a un Decano, un Ref di una bellezza indecifrabile e terribile, e dai piani misteriosi. Lui è il suo padrone. Il suo allenatore. Il suo nemico naturale. Ma è anche l'unico che può insegnare a Paige come sopravvivere in questa prigione, dove altrimenti sarebbe destinata a morire... Un racconto di coraggio, eroismo e amore fuori dagli schemi: un'avventura verso la libertà e l'indipendenza.

Half bad di Sally Green (edito dalla Rizzoli) è il romanzo d'esordio dell'autrice britannica e primo di una trilogia urban fantasy young adult, i cui diritti cinematografici sono già stati acquisiti dalla Fox2000. (pagine: 390, prezzo: 15,00 La magia esiste, ed è spaccata da una guerra millenaria. Appartenere a un fronte definisce il ruolo di ciascuno nel mondo, garantisce compagni e alleanze; ma soprattutto decide chi sono i nemici, che vanno giustiziati senza rimorso. Nathan vive in una zona grigia: figlio di una maga Bianca e dell'Oscuro più terribile mai esistito, cresce nella famiglia materna, evitato da tutti, vessato dalla sorellastra, perseguitato dal Concilio che non si fida di lui e anno dopo anno ne limita la libertà, fino a rinchiuderlo in una gabbia. La stessa guerra che divide il mondo della magia si combatte nel cuore di Nathan, in perenne bilico tra le due facce della sua anima, che davanti alla dolcezza di Annalise vorrebbe essere tutta Bianca, e invece per reagire alle angherie si fa pericolosamente Nera. Ma è difficile restare aggrappato alla tua metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso. 

Le ragazze rubate di Jennifer Clement è un altro libro che mi ha colpita nel profondo, la trama lascia trasparire la crudezza del tema trattato e la tremenda attualità. Edito dalla Guanda. (pagine: 259, prezzo: 16,50 )  Questo libro racconta la storia di Ladydi Garcia Martínez, che sua madre vuole far diventare brutta. Perché "in Messico essere brutta è la cosa migliore che possa capitare a una bambina". Ladydi e le sue amiche vestono da maschio, hanno i capelli corti e si colorano i denti con un pennarello perché sembrino cariati. Si tengono pronte a nascondersi nelle buche scavate dietro le loro case quando sentono il rumore di un suv che si avvicina. Sono i narcos, che imperversano nei villaggi e "rubano" le ragazzine. Non se ne sa più nulla, nessuna fa ritorno. Così, alla prima occasione di lasciarsi alle spalle la giungla crudele dove è cresciuta per andare a lavorare ad Acapulco, Ladydi non ci pensa due volte. E finalmente trova l'amore, ricambiata. Ma non basta a proteggerla dalla sanguinosa realtà delle guerre di droga che torna a imporsi sulla sua vita, dandole una svolta cupa e disperata. Eppure, descrivendoci la situazione delle donne nelle aree rurali e nelle carceri messicane, con la sua voce ingenua e disincantata al contempo, Ladydi lascia entrare in questo spietato romanzo una nota di speranza: perché proprio lì sono possibili sentimenti veri.

Prodigy di Marie Lu è il secondo capitolo della serie young adult distopica iniziata con Legend e edita dalla Piemme Freeway. (pagine: 298, prezzo: 16,50 )  Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. June e Day arrivano a Vegas dopo essere miracolosamente sfuggiti all'ingiustizia della Repubblica quando l'inconcepibile accade: l'Elector Primo muore e il figlio Anden prende il suo posto. Mentre la Repubblica sprofonda nel caos, i due ribelli innamorati si uniscono ai Patrioti nel disperato tentativo di salvare il fratello di Day, Eden. E i Patrioti accettano, ma a una condizione: June e Day dovranno prima uccidere il nuovo Elector. È l'occasione per cambiare il mondo, per dare un senso alla morte di tante persone amate e di tanti innocenti... peccato che il nuovo Elector, l'affascinante e sensibile Anden, sembri completamente diverso dal suo crudele genitore. E se i Patrioti si stessero sbagliando?
Una penna italiana pubblicata dalla Mondadori porta nelle nostre librerie il suo esordio dalla trama molto ma molto intrigante, L'ultimo sogno di Valentina Fontana. (pagine: 365, prezzo: 17,00 )  Esiste un mondo dove ogni cosa è possibile: viaggiare in paesi lontani, vivere i ricordi di persone sconosciute, camminare per le strade di città mai viste e perfino uccidere. Basta un casco per immergersi nella realtà che connette tutte le menti nell'interconscio, il grande spazio virtuale in cui ogni esperienza è a portata di mano, più vivida di un sogno. Il suo nome è Onyricon. Ma c'è chi nella rete si perde, come Miri, che per gioco è rimasta intrappolata in X-Stream, un social network pirata controllato da un pericoloso hacker. Alex, dotata di una rara immunità ai virus informatici, dovrà scendere nell'inferno di X-Stream, in cui i sogni si trasformano in paure e morire non è più soltanto una finzione. Bastian è l'unico che può aiutarla. Un tempo le ha spezzato il cuore, ora la vita di Miri e degli onirodipendenti perduti nel network è nelle sue mani.

Questo mese una nuova uscita italiana anche per  Mamma Editori, casa editrice che seguo con costanza sbirciando fra le loro prossime uscite. Immelancholy. Innanzitutto vendetta di Sophie Martin, new entry nel gruppo di scrittura delle Bloody Roses Secret Society. (pagine: 370, prezzo: 9,80 ) Che cosa ci sarebbe di più facile che ricambiare l'amore quando hai nelle vene il sangue felino dell'antica stirpe e se a stringerti tra le braccia è un uomo solitario e selvaggio dagli irresistibili occhi d'ambra? Non vi sarebbero freni alla passione di Leila Anwari irriducibile e ribelle se non fosse per la violenza inferta alla sua stessa famiglia dalla tirannide e se il richiamo della vendetta non fosse alimentato da un'inestinguibile sete di sangue. Una ragazza, sola tra odio e amore, in guerra per il riscatto dell'intera Germania dalla dittatura feroce di Assim e degli Arcieri.
Era un'altra stagione, amore mio di Giovanni Pacchiano, edito dalla Piemme. (pagine: 474, prezzo: 19,50 ) A volte il grande amore cammina sotto il nostro sguardo disattento per anni, prima che lo riconosciamo. Altre, invece, basta un solo istante: una parola, uno sguardo, e la vita cambia il suo corso per sempre. Così accade a Lo, che dei suoi diciott'anni porta addosso tutta la vitalità e la sfrontatezza, nel gelido gennaio milanese del 1973, un momento caldo della contestazione studentesca. Nell'attimo in cui il suo sguardo si posa su Berto, giovane professore nel suo stesso liceo, che lo ricambia, tra loro nasce qualcosa di unico. Lo piace a troppi: è una "cattiva ragazza" e frequenta con spensieratezza per denaro, assieme a Vicki, l'amica del cuore, una lussuosa casa d'appuntamenti nel centro di Milano. Ma l'incontro con Berto le fa scoprire l'amore. Il sentimento che li travolge è forte, intenso, e però come trattenuto dalle troppe differenze e da oscuri segreti che si insinuano tra loro ogni giorno, allontanandoli sempre più. Perché capita di incontrare la persona giusta nel momento più sbagliato. Costretti a separarsi o, piuttosto, incapaci di combattere nel nome di quell'amore così vero, ma così fragile, le loro strade si dividono. Altre storie, matrimoni, città, altre stagioni li vedranno protagonisti, ma entrambi porteranno nel cuore una nota di rimpianto per quell'amore abbandonato agli albori, mai vissuto davvero. E solo dopo vent'anni troveranno il coraggio di provare a essere felici.

E per ultimo vi segnalo un libro che parla di sogni ma non solo, parla anche di malattia e di una forza immensa: Perché io sogno forte di Roberta Liguori, edito dalla Mondadori. (pagine: 184, prezzo: 16,50 "L'esperienza che ho vissuto in quest'ultimo anno, dopo che mi hanno diagnosticato un cancro al seno, mi permette di dimostrare che possiamo essere felici nonostante i problemi che affrontiamo ogni giorno, persino i più gravi. Anche se sono ancora giovane come trainer e coach, posso però celebrare questo mio grande successo, il superamento 'a pieni voti' di un'esperienza difficile come quella della malattia. E voglio condividere con voi ciò che ha funzionato per me. Per le persone che affianco come 'allenatrice mentale', per tutti coloro che hanno seguito la mia storia su Facebook e affermano di aver trovato nella mia esperienza strumenti utili per migliorare la loro esistenza. L'augurio che vi faccio, dal profondo del cuore, è proprio di vivere godendovi appieno il momento presente, come se non ci fosse un domani. Vivete la vostra vita imparando con umiltà dal passato, progettando un futuro straordinario e allo stesso tempo mantenendo la mente, il cuore e i muscoli nel 'qui e ora', fermando lo sguardo su ogni cosa buona che avete il privilegio d'incontrare. Usate la gratitudine come antidoto all'infelicità. Un ultimo consiglio a tutti coloro che stanno affrontando la sfida della malattia, o qualsiasi altra difficoltà: sognate forte!" (Roberta Liguori)

Alla fine ce l'ho fatta! Appena in tempo sono riuscita a finire di segnalarvi le uscite/anteprime che più mi hanno colpita (a mio parere più interessanti). A voi la parola!

1 commento:

  1. Il piacere è stato mio ^_^
    Sono attratta da quasi tutti i titoli, in particolar modo da "Il fiume del non ritorno" (ho un debole per i viaggi nel tempo) e "La sognatrice errante. La stagione della falce" (l'ambientazione è molto interessante).

    RispondiElimina

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)