venerdì 7 marzo 2014

Friday Finds # 1

Friday Finds è una rubrica a cadenza settimanale creata da MizB del blog Should be Reading, nella quale la blogger mostra i libri "scovati" durante l'arco della settimana precedente (in libreria, online, ovunque uno li abbia scoperti). Ho pensato di attivarla anche qui sul blog perché so quanto piaccia ai lettori (ai book addicted) scoprire nuove possibili letture e quindi mi sono detta: "perché no?". Condividiamo le nostre scoperte settimanali. P.S. Non devono necessariamente essere libri acquistati.

Ultimamente ho sentito parlare tanto da tanti youtubers di Abarat di Clive Barker e ovviamente mi sono incuriosita! Abarat fa parte di un ciclo fantasy che racconta le avventure di Candy Quackenbush, una ragazzina un po' dark che si trova catapultata da una cittadina del Minnesota nel feroce e fantastico mondo delle Isole di Abarat.


Candy Quackenbush, ragazzina irrequieta, vive a Chickentown, una cittadina noiosa del Minnesota. Dopo un violento scontro con un'insegnante, fugge da scuola e vaga fino al limitare del bosco, dove le case lasciano il posto alla prateria. E qui ecco la prima di moltissime sorprese: un molo in rovina e un vecchio faro abbandonato. Sotto i suoi piedi scricchiola la sabbia. Il mare nel Minnesota? Possibile? Ma certo. È il Mar d'Izabella, che viene a prenderla e la porta via sulle sue onde, verso Abarat: un arcipelago di ventiquattro isole, una per ogni ora del giorno, più la venticinquesima Ora, un Tempo Fuor dal Tempo. Un mondo popolato da bizzarre creature, pieno di meraviglie e pericoli, teatro di una lotta tra forze oscure.

Ovviamente va dritto, insieme ai volumi successivi( Abarat. Giorni di magia, notti di guerra e Abarat. Assoluta mezzanotte) , nella mia lista dei desideri :) 

Sempre da youtube arriva la mia seconda "scoperta". Lanterne rosse di Su Tong, romanzo dal quale è stato tratto anche un film, che io però non ho visto. 


Per sfuggire alla povertà, la giovane Songlian accetta di diventare la quarta sposa del ricco Chen Zuoqian. Siamo nella Cina pre-rivoluzionaria, in un medioevo che stenta a morire, e fra le regole che governano la casa di Chen vi è quella che dà al marito la facoltà di scegliere la donna con cui passare la notte. La bella Songlian non accetta passivamente la logica feroce della sua nuova condizione. L'inevitabile competizione con le altre mogli e il cerchio di solitudine che la imprigiona trasformano il suo coraggio e la sua protesta in armi spuntate, facendola cadere in una ineluttabile spirale di follia. Su Tong domina materia narrativa e scrittura donandoci, con il personaggio di Songlian, una figura incisa dentro il silenzio della Storia, eroina e vittima sacrificale.

Quali sono state le vostre scoperte di questa settimana?

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)