mercoledì 17 novembre 2010

Recensione:L'ALBA DELLA CHIMERA di Margaret Gaiottina

La Tessaglia selvaggia dei monasteri segreti. Un santuario dedicato ai riti bacchici. Il Guardiano più antico dell'era comune. Ma non si erano finalmente estinti tutti i vampiri? E allora, perché Matthew si ostina a restare un succhia sangue e per di più mutaforma? Perché... Christabel Rochester è destinata a morire e solamente un vampiro può salvarla. Un vampiro che faccia il proprio freddo sporco lavoro. Niente di più facile, se Christabel non fosse tanto irresistibile.

L'autrice: Margaret Gaiottina, amatissima dal suo pubblico si conferma regina dei sogni proibiti di donne e ragazze, con una scrittura sempre più sicura e un’immaginatione del tutto originale.

Il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Mamma Editori , nella collana A CENA COL VAMPIRO QUI

OPINIONE PERSONALE
Devo ammettere che all'inizio non ero molto propensa a comprare questo libro perchè avevo iniziato a leggere "La sedicesima notte" e non è che mi fosse piaciuto molto tanto che ne ho abbandonata la lettura quando ero ancora alle prime pagine. Con questo libro mi sono ricreduta. Il protagonista vampiro è Matthew il quale è rimasto tale soltanto per poter salvare Christabel una ragazza malata di AIDS sin dalla nascita. I due ragazzi sono legati da un profondo e dolcissimo sentimento d'amore che si evolve durante tutto il libro. Lei a tratti è dolce e arrendevole a tratti invece "tira fuori gli artigli", lui mostra una facciata di durezza e impenetrabilità che nasconde tanta sensibilità. I cosiddetti "parenti serpenti" della ragazza (in particolare la madre) tentano di ostacolare il loro rapporto finchè  sono costretti ad ammettere che l'unica speranza della ragazza di poter sopravvivere alla sua malattia è quella di essere tramutata anche lei in un vampiro...In conclusione mi sono molto appassionata alla lettura di questo libro e mi è piaciuto molto.

2 commenti:

  1. Si, infatti sto pensando di leggere anche gli altri della collana...^_^

    RispondiElimina

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)