martedì 29 novembre 2011

Al Libro! Al Libro! (Segnalazioni Libresche): TUTTE NOI ABBIAMO UN MISTER BIG di Oriana de Iulio


Eccomi ritornata con la terza puntata della rubrica Al Libro! Al Libro! nella quale posterò per voi alcune segnalzioni libresche. Questo giorno vi voglio segnalare un romanzo uscito  per la 0111 Edizioni: Tutte noi Abbiamo un Mister Big di Oriana de Iulio.


PAGINE: 182
PREZZO: 14,50 Euro

"...Penso, penso a come la mia vita fino ad ora non sia stata altro che una serie continua di amori e lavori a progetto, quasi come se le cose andassero di pari passo, come se oggi la precarietà professionale fosse una malattia infettiva che presto contagia anche la vita privata..."
Questo pensa Giulia Contini una giovane donna di trentadue anni in un lungo interminabile lunedì mattina. Giulia è un antieroina, frutto dei nostri giorni. Una donna piena di dubbi, ansie, insicurezze che si destreggia tra mille ostacoli nel complesso e competitivo mondo del lavoro.
E così un lunedì mattina si reca all'ennesimo colloquio, questa volta per un semplice e riduttivo ruolo di segretaria. Ma una ruga, la terza in pochi mesi, le fa ritornare alla mente gli ultimi cinque anni della sua vita: dal giorno della laurea, che la vedeva felice e piena di idee e di progetti, alla difficile scelta tra un percorso lungo e complesso come la Scuola di specializzazione per l'insegnamento ed un costosissimo master in Selezione e formazione del personale. Anni passati tra un lavoro e un altro assolutamente inappropriati e poco affini al proprio titolo di studi. Come l'esilarante esperienza in un call center, che la vede venditrice di carte di credito e dove da subito viene etichettata come "la pecora nera del gruppo delle 16"; o lo stage in una delle più importanti agenzie di lavoro interinale. Una esperienza che lascia l'amaro in bocca, che fa comprendere a Giulia la distanza che c'è tra il mondo reale e la pura e semplice teoria ; Giulia prova ad essere al passo con il "sistema", ma di quel sistema sarà presto vittima lei stessa. Il suo percorso professionale la porta ad accettare una collaborazione non retribuita all'Università di Napoli, un sogno, una vera e propria passione . 
E quasi di pari passo trascorre anche la sua vita sentimentale, tra un uomo ed un altro del tutto improbabili , sempre alla ricerca di quello che Giulia definisce il suo Mister Big: ovvero l'altra metà della mela, quello che ti capita una sola volta nella vita e che una volta perso non  dimentichi più.
E' questo è stato Lorenzo per lei! Un critico d'arte contemporanea, un uomo colto, affascinante, intelligente, anticonformista, egoista e fuori dalle regole. E lei per anni non fa altro che inseguirlo, cercando di essere al passo con le sue regole, con il suo stile di vita, amandolo sicuramente  più di se stessa fino a considerarlo una vera e propria droga. e da sfondo una città, Napoli, vera e propria matrigna nei confronti dei suoi figli, spesso distaccata e cinica, poco protettiva verso chi è costretto ad andar via per sottostare ad una logica sociale che impone di recidere le proprie radici per ottenere ciò che di diritto ognuno dovrebbe avere a casa sua. tanti i personaggi che la circondano, con le loro storie, le loro problematiche, i loro amori e tutti si muovono con un ritmo veloce seguendo una meta non del tutto definita. E' tutto fino a quel giorno, il giorno di quello che lei spera sia il suo ultimo colloquio....


Oriana de Iulio vive e lavora a Napoli. Giornalista pubblicista lavora attualmente presso la redazione del Velino Campania occupandosi principalmente di eventi culturali in particolar modo cinema e teatro, collabora saltuariamente con il quotidiano Socialistilab dove ha pubblicato alcuni racconti nella rubrica Conflitti Moderni e portavoce del Movimento culturale Liberiamo il cratere con il quale ha realizzato numerosi reading e performance multimediali. Si è laureata a Napoli alla Federico II in Lettere Moderne con specializzazione in Storia del Cinema. Ha pubblicato saggi di critica cinematografica su Giornale di Storia contemporanea, Meridione, Cinemasessanta e Cinema Sud. Ha scritto soggetto e sceneggiatura del testo teatrale Uomini in ombra andato in scena nel 2002; ha scritto soggetto e sceneggiatura del cortometraggio Amore Palindromo di Fabiola Catapano ed è attualmente in lavorazione il cortometraggio Un ricordo Rubato di cui ha scritto soggetto e sceneggiatura.


Che ve ne pare?

1 commento:

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)