lunedì 6 dicembre 2010

IL VISIONARIO di Julien Green

Ciao, vi voglio riportare qui le informazioni su un libro che venne pubblicato per la prima volta nel 1934 in Francia e solo adesso è stato tradotto anche in italiano...
TITOLO:Il visionario
AUTORE: Julien Green
EDITORE:Longanesi
PREZZO:19,60 Euro
In una provincia mai nominata ma facilmente identificabile con l’Alvernia, il giovane Manuel, diciott’anni, si trasferisce dalla zia materna dopo la morte dei genitori. Nella casa della zia, Madame Plasse, vive anche la figlia di lei, Marie-Thérèse, quattordici anni, per la quale il cugino sembra nutrire un’attrazione morbosa, assolutamente non ricambiata dalla ragazza, che anzi sogna e vagheggia una vita monacale, anche per sfuggire alla durezza della madre, e per poter goder della gentilezza e dell’affetto delle monache presso le quali studia. Madame Plasse al contrario, tanto è dura e affettiva con la figlia, tanto riversa sul nipote amore e attenzioni in assoluto contrasto con il suo carattere chiuso e incapace di slanci. Ma neanche l’amore della zia nulla può contro le accuse di comportamento scorretto mosse a Manuel da un’amica di Marie-Thérèse e il ragazzo viene allontanato e mandato a lavorare nel castello che domina il paese, dove vivono un anziano visconte ormai in punto di morte e la figlia, una donna bellissima e misteriosa. Un romanzo a due voci, raccontato da una Marie-Thérèse ormai anziana e dalle pagine del diario dello stesso Manuel, in cui ritroviamo, potente, la forza visionaria di Green, che ci regala una storia di un erotismo silenzioso e violento che sconfina nel sogno, nell’irrealtà, perché solo il sogno può servire a raccontare, e forse spiegare, l’assurdo in cui viviamo immersi.
L'AUTORE:
Julien Green (1900-1998), nato a Parigi da genitori americani protestanti, fu volontario nell’esercito francese durante la prima guerra mondiale. Nel 1916 si convertì al cattolicesimo (da cui poi si allontanò per ritornarvi nel 1939). Congedato nel 1919, terminò gli studi negli Stati Uniti. Rientrato in Francia nel 1922, avviò un’intensa produzione letteraria che comprende scritti autobiografici, opere teatrali e soprattutto romanzi.Celebre anche il suo Diario. Longanesi ha pubblicato Leviatan e Mezzanotte.

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)