lunedì 6 dicembre 2010

LO SPECCHIO DELLE LIBELLULE di Eva Ibbotson

TITOLO: Lo specchio delle libellule
AUTORE: Eva Ibbotson
EDITORE: Salani
PREZZO: 16,80 Euro
Londra, 1939: Tally Hamilton è furiosa, non ha alcuna voglia di lasciare la sua famiglia e la città per andare in un lontano collegio di campagna. E tutto a causa della stupida guerra. Delderton però si dimostra un luogo molto più interessante di quanto lei avesse immaginato: circondata da nuovi amici organizza un viaggio che si rivela pieno di sorprese. Intanto, nel regno di Bergania, il principe Karil odia la sua vita a palazzo ed è veramente felice solo quando riesce a sfuggire alle costrizioni che il suo ruolo gli impone. Finché non arriva, ospite del suo regno, un gruppo di ragazzi inglesi e lui si imbatte in Tally, che diventa la sua prima vera amica. Il pericolo nazista però incombe sulla famiglia reale e i due ragazzi finiscono tra i tentacoli di un pericoloso complotto.
L'AUTRICE:
Voleva diventare una fisiologa, ma non sopportava di dover fare esperimenti sugli animali, così è diventata scrittrice. I suoi romanzi, sia per ragazzi sia per adulti, sono tradotti in tutto il mondo e hanno ricevuto i premi più prestigiosi. Trappola sul fiume mare ha vinto il Nestlé Gold Award, mentre La stella di Kazan ha vinto il Nestlé Silver Award ed è arrivato in finale per la Carnegie Medal. Eva Ibbotson ha quattro figli e vive a Newcastle, in Inghilterra.

Di questa bravissima scrittrice in Italia sono stati pubblicati molti libri tra cui anche LA CONTESSA DEGRETA...
In questo romanzo niente è ciò che sembra. Anna, la nuova domestica dell’antica magione di Mersham, cerca di nascondere le sue nobili origini dietro a una cuffietta e un grembiule inamidato. Rupert, il conte di Westerholme, sta per sposare Muriel, ma è segretamente innamorato di Anna. Muriel, all’apparenza fidanzata buona e devota, è una meschina arrampicatrice sociale e sostenitrice di teorie proto-naziste. Per fortuna anche Proom, l’irreprensibile maggiordomo, non è così ligio al dovere come ci si aspetterebbe...

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)