lunedì 14 febbraio 2011

CHI CERCA TROVA (1)

Oggi, come sempre, mi sono messa a cercare altri libri dalle trame interessanti da proporvi...ebbene ne ho trovati altri due in aggiunta a quello che già vi avevo presentato!!! Da qui il titolo del post "chi cerca trova"...tanto che ho pensato di creare una rubrica dove postare i libri che ho trovato e che mi sono sembrati interessanti (come hanno fatto già altri blog). Naturalmente potrete partecipare anche voi scrivedomi nei commenti i libri che avete scovato...


Il primo libro in cui mi sono imbattuta è IL VOLO DI ALICE di Zita Dazzi, il quale è uscito il 9  di questo mese (9 FEBBRAIO 2011)...

TITOLO: Il Volo di Alice. Quando l'amore viene da lontano.
AUTORE: Zita Dazzi
EDITORE: Rizzoli
PAGINE: 160
PREZZO: 11,50 Euro
DATA D'USCITA: 9 FEBBRAIO 2011

Le vite di Alice e Jaime non potrebbero essere più diverse. Quindicenni iscritti a un liceo classico milanese, Alice è figlia di una giornalista-intellettuale con la quale ha un pessimo rapporto, mentre Jaime è figlio di un'immigrata peruviana, arrivata in Italia da clandestina e regolarizzata solo dopo molte difficoltà. Quando si innamorano, nessuno sembra disposto ad accettarlo: gli amici di lei la giudicano una pazza, lui subisce le ritorsioni di un gruppo di bulli del suo quartiere. E ad aggravare la loro già difficile situazione, Alice viene anche molestata da un amico della madre senza che questa si renda conto di nulla...

Di questo libro mi ha attirata la trama molto attuale. Il tema del razzismo, l'amico della madre che molesta la figlia senza che lei se ne accorga...Ultimamente se ne sono sentite di vicende simili alla TV, sfortunatamente...

Il secondo è...UN TRENO PIENO DI VENTO di Rae Meadows, uscito anche questo il 9 di FEBBRAIO...
TITOLO: Un Treno Pieno di Vento.
AUTORE: Rae Meadows
EDITORE: Rizzoli
PAGINE: 360
PREZZO: 18,50 Euro
DATA D'USCITA: 9 FEBBRAIO 2011

«Dove porterete la mia bambina?» chiese Lilibeth alzando la voce. «Come riuscirò a trovarla?»
«Avrà una buona casa» rispose la donna con fermezza; ormai era lei a comandare. «Mi creda, è meglio così. Ora potete dirvi addio.»
Lilibeth esitò per una frazione di secondo, poi strinse la figlia al petto sottile. «Perdonami» mormorò tra i capelli di Violet.

Agli inizi del Novecento intere folle di bambini vivevano di carità, piccoli furti e altri espedienti per le strade di New York. Nacquero in quegli anni, per iniziativa di un giovane pastore protestante, i cosiddetti Treni degli orfani: decine di migliaia di bambini – abbandonati, senzatetto, vittime della povertà o della negligenza dei genitori – salirono sui treni diretti a ovest, per essere adottati da nuove famiglie cristiane dell’America rurale.
Nessuno di loro conosceva la propria destinazione. Ogni possibile provvedimento fu preso affinché le famiglie d’origine non potessero mai più rintracciarli.
Un treno pieno di vento prende le mosse da un capitolo drammatico della storia americana per raccontare le vite intrecciate di tre donne indimenticabili. Svelando la trama preziosa che unisce e dà un senso alle generazioni.

Che ne dite? A me sono sembrati interessanti e a voi?
Avete scovato qualche libro questa settimana?

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)