giovedì 7 aprile 2011

Recensione: IN RICORDO DI NOI di Rossella Martielli

La vita di Alice scorre tranquilla fino a quando strani incubi iniziano a sconvolgerle le notti e il misterioso ragazzo dagli occhi blu apparsole in sogno inizia a frequentare le sue lezioni. Quando i suoi occhi incrociano quelli di Alex, un oscuro presagio la avverte che qualcosa di terribile sta per accadere nella sua vita. Complici un libro venuto dal passato e un'inquietante leggenda, realtà e sogno s'intrecciano fino all'inevitabile epilogo, quando la morte restituirà un senso a ogni cosa.

L'AUTRICE: Rossella Martielli ha 28 anni. Ha vinto diversi concorsi per racconti pubblicati da Arpanet, Edizioni Croce e EdizioniXII. Lavora nel campo dell'editoria, è editor di una piccola casa editrice e collabora con altre come correttrice di bozze. IN RICORDO DI NOI , edito dalla 0111edizioni, è il suo primo romanzo.

PARERE PERSONALE:

Protagonista di questo sorprendente romanzo è Alice, una ragazza molto timida e riservata "ipersensibile, chiusa in una maniera esasperante,triste, ansiosa, piena di paure…" Vive vicino a Bari con la madre e come tante ragazze della sua età frequenta l'Università, ha un ragazzo e una migliore amica alla quale è affezzionatissima e che si chiama Sara. La sua vita è stata profondamente segnata dall'abbandono del padre in giovane età e da quel momento non è più la stessa.

Una notte come tante inizia ad avere terribili incubi accompagnati da bellissime visioni di un paio di occhi azzurri, in quali continuano a tormentarla senza darle tregua. Una mattina si reca all'Università per seguire una lezione e incontra il proprietario di quegli occhi da lei tanto sognati...

"Era di spalle, indolentemente appoggiato al muro pochi metri più avanti rispetto a lei, e vestiva completamente di nero, con dei semplici jeans e un anonimo maglione di lana. Era magro, ma aveva una struttura ossea tutt’altro che smilza: le spalle erano decisamente larghe ed era alto almeno un metro e ottantacinque. I capelli biondo cenere, lisci e leggermente spettinati, gli solleticavano il collo bianco che spiccava in confronto al nero del maglione. Persino di spalle dava l’impressione di essere un bel ragazzo."

Da questo momento in poi angoscianti visioni iniziano a tormentarla anche da sveglia facendole dubitare della sua sanità mentale e circondandola di un'angosciosa atmosfera di indecisione e paura...

A complicare ulteriormente le cose ci si mette anche il suo ragazzo, Mattia, un personaggio dalla mente assai contorta e spregevole, il quale le giocherà un brutto scherzo...

Mentre le visioni e gli incubi si fanno sempre più orrendi e tormentosi la ragazza si avvicina sempre di più al misterioso ragazzo che aveva incontrato quella mattina in aula, Alex. Da qui la realtà, scandita dai giorni della settimana, si intreccerà con la leggenda portando ad un finale mozzafiato e struggente che ti lascia con il fiato sospeso.

Da sottolineare il modo dell'autrice di descrivere i sentimenti provati dalla giovane protagonista...sembrano reali e palpabili, quasi li stesse provando il lettore insieme con essa. Lo stile inoltre è molto liscio, fluido e scorrevole. Il romanzo si legge in pochi giorni e non ti permette di staccarti dalla sua lettura nemmeno per un attimo.

Consigliato? Decisamente si! In modo particolare a coloro che amano il romanticismo con una spruzzatina di sovrannaturale.

Stelline:@@@@@

Vi lascio con un video di una canzone citata nel libro...

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)