sabato 16 aprile 2011

Recensione: LE VOCI DI NIKE. PRIMO MOVIMENTO di Silvia M. Damiani

In un’atmosfera goticheggiante, fuori da ogni tempo, la principessa Nike fugge gli aguzzini del principe Nabil, nemico e traditore, inseguita da un canto –a lei familiare e alieno insieme– trasportato dal vento. Avvolta da una spirale di incantesimi, voci e volti seducenti, che sembrano emergere da un passato dimenticato, la protagonista dovrà trovare in sé il potere per salvare, una volta per tutte, l’amore che le è stato violentemente sottratto da una volontà superiore. “Sei nodi, uno per ogni senso, l’ultimo per il cuore”.

L'AUTRICE: Silvia M. Damiani nata a Milano nel 1987, vive a Piacenza e si è laureata in Economia all'Università Cattolica della sua città. Ha iniziato a scrivere solo per se stessa, quasi per gioco; ora però la sua passione è cresciuta , e lei ha trovato il coraggio di dare alle stampe il suo primo lavoro.

Il Sito dedicato al Libro: QUI 

Leggi un estratto del Libro: QUI

PARERE PERSONALE:

Inizio la recensione del libro cogliendo l'occasione di ringraziare la sua autrice, Silvia Mariaelena Damiani, per avermene inviata una copia. Questo romanzo, di genere Fantasy, è il primo di una serie ma l'autrice stessa mi ha detto che ogni capitolo è autoconclusivo. Narra la storia di una principessa, che è anche una strega, Nike. Come in ogni storia dove è presente una principessa troviamo anche un principe , Kaspar. Kaspar esce fuori dagli schemi e invece di salvare la principella all'inizio della storia la rapisce per portarla dal suo padrone-stregone, Nabil. Un uomo malvagio che porta il nome dell'amatissimo zio che anni addietro era morto ucciso da una pugnalata durante una campagna militare contro le forze malvagie. Inoltre l'aria risuona di uno strano canto e le terre raggiunte da esso hanno iniziato a perire...

Ho letto questo libro in circa una settimana e inizialmente ero molto perplessa dal fatto che tutto sembrasse così confuso e oscuro tanto che molte volte avevo pensato di abbandonare la sua lettura. Poi a circa metà del libro ho iniziato a ingranare e a comprendere il perchè dell'atmosfera confusa del romanzo che si svelerà completamente alla fine, è organizzato come un grande sogno sospeso tra due dimensioni temporali. Quando una persona sogna non vede tutto chiaramente...Mano a mano che andavo avanti poi ero sempre più curiosa di conoscere come sarebbe finita la storia...Non vi voglio svelare niente, vi basti sapere che mi ha lasciata molto soddisfatta e che tutto si spiega negli ultimi capitoli che vi lasceranno con una sensazione strana nel cuore facendovi capire che avete fatto bene a terminare la lettura e a non mollare.

Lo consiglio? Si! In particolare a tutti gli amanti del Fantasy che lo troveranno eccezzionale!

Stelline: @@@@

2 commenti:

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)