giovedì 6 gennaio 2011

Libri interessanti usciti con la casa editrice Linee Infinite...

Navigando sulla rete sono approdata sul sito della Casa Editrice Linee Infinite e ho notato alcuni libri interessanti.

Il primo è questo: LA BIMBA SUL CILINDRO  di Anna Mininno.

Una foto, impressa a fuoco nella memoria, diviene l’incipit di una “…storia d’amore. Forse unilaterale. Forse no. O forse soltanto un punto di vista. Ma, di sicuro, una storia fra tante e infinite altre nelle quali si leggono i grandi temi della vita: amore, guerra, morte, destino e via discorrendo”. Scrive di “lei” la voce narrante che, partendo proprio da quella foto scattata dopo il fatidico 8 settembre del ‘43, scandaglia le pieghe del tempo e indugia sugli affetti, sui rapporti importanti e su certi momenti cruciali della vita, in un sapore che sa di nostalgico ripensamento e di sentimenti puri e inviolabili.
Potete leggerne un estratto QUI

ANNA MININNO  vive a Corato, in provincia di Bari, ed è al suo libro d’esordio. Ha sempre amato scrivere poesie e racconti di genere intimista ed esistenziale, deponendoli però in un cassetto che ha deciso di riordinare “da grande”, dopo molte altre esperienze di vita e dopo aver lasciato l’insegnamento nella Scuola Superiore. Sposata e con due figlie, progetta il suo futuro

Il secondo è questo: FUGA DA VERSAILLES di Marta Savarino.

MARSIGLIA, 1691 La vita di Isabelle Morens non ha più senso… assistere ai funerali dei suoi genitori e fratelli è per lei un dolore insopportabile, ma più atroce è rivivere la loro morte: brutalmente uccisi dalle guardie reali perché giudicati cospiratori. È lei l’unica risparmiata, colpevolizzata per infamia da tutta la città. Ma il dolore viene presto sostituito dal desiderio di vendetta e scopo ultimo sarà quello di vendicare la famiglia andando a Parigi per uccidere il re. Il viaggio non sarà privo di vicissitudini, aggredita da dei malfattori verrà salvata da Jacques, giovane parigino e tra i due nascerà l’amore. Ma questo amore è solo altro dolore. Jacques altro non è che il figlio illegittimo del re… Jacques Conte di Portchartain è il suo vero nome ed anche se di nobili origini si rivelerà l’esatto opposto del padre. Prigioniero di una situazione da lui sempre contrastata ma impostagli con la forza. Accolta da una famiglia che presto l’amerà come una figlia, Isabelle non dimenticherà mai lo scopo che l’ha portata a Parigi… Con l’aiuto dell’amica Jeanne studierà un piano che la porterà a Versailles per attuare la sua vendetta. Ma l’amore non ha veti né confini e, sovrastando ogni legge terrena, rientrerà nuovamente nella vita di Isabelle, restituendole finalmente quella gioia e serenità da tempo perdute.
Potete leggerne un estratto QUI

MARTA SAVARINO Nata a Torino il 3 gennaio 1981, ha vissuto per 25 anni a Rivoli (TO), città che le è rimasta nel cuore, per poi trasferirsi per amore a Volpiano (TO) dove vive tuttora col marito e la figlia Nadia. Diplomata al liceo linguistico, dopo avere frequentato per un anno la facoltà di Giurisprudenza all’università e avere nel frattempo lavorato con i genitori, ha trovato impiego in banca dove lavora tuttora. Grande appassionata di storia francese, in particolar modo del periodo che interessa il regno di Luigi XIV, il Re Sole. Nel tempo libero oltre a dedicarsi alla famiglia e alla sua bambina, ama leggere, in particolar modo la sua passione sono i romanzi storici.

Il terzo è questo: AMORE AL DI Là DEL TEMPO  di Anna Grieco.

Quando Johanna, pentatleta italoscozzese e laureanda in medicina, si reca in Scozia per far visita alla nonna che adora, non immagina certo che stia per compiersi il suo destino, già preannunciato da sogni ricorrenti. Infatti nel corso di un’eclissi totale di sole nei pressi dell’ara celtica di Clava Cairns scompare all’interno di un cerchio di pietre di antichità immemorabile, ritrovandosi catapultata indietro nel tempo di circa otto secoli, e precisamente nel 1204. Soccorsa da Sir Nigel, un nobile cavaliere inglese, si ritrova però oggetto delle mire di William De Burgh, tirapiedi di Giovanni Senza Terra, così, dopo una serie di rocamboleschi colpi di scena sarà costretta a fuggire accompagnata dalla sorella del suo salvatore, Elizabeth. Quando ormai pare che la resa sia inevitabile, l’intervento di un manipolo di guerrieri scozzesi guidati da Colin Mackenzie evita loro la cattura, ma allorché gli occhi violetti di Johanna si posano sul possente guerriero che le sta dinanzi è il suo cuore a venire preso in trappola. Tra loro è subito invincibile attrazione, ma l’orgoglio e la cocciutaggine di entrambi diviene presto motivo di violenti scontri di personalità, che sfociano tuttavia in una sfrenata passione avvelenata dal tarlo della gelosia. Tra le mura di pietra di antichi castelli si dipaneranno le vicende di un amore avvincente e tumultuoso, un amore deciso dal Fato, un amore al di là del tempo…
Potete leggerne un estratto QUI

ANNA GRIECO , 38 anni. Moglie e madre a tempo pieno di 4 splendidi figli vive a Barletta, in una bellissima città della Puglia famosa per la sua omonima Disfida. Appassionata lettrice sin da ragazzina, la scrittura è sempre stata la sua più grande passione, insieme all’amore per la mitologia classica e la letteratura fantasy, ed ora finalmente è riuscita a coronare il suo sogno di sempre pubblicando il suo primo romanzo.


Che ne dite? Del primo mi è piaciuta molto l'idea di sviluppare una storia partendo da una foto, del secondo il fatto che sia un romanzo storico (io li adoro...) e del terzo il fatto che tratta di un viaggio indietro nel tempo, cosa che se non fosse impossibile piacerebbe fare anche a me, vorrei tanto visitare una città ottocentesca. Sfortunatamente però ancora non hanno inventato la macchina del tempo :(

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)